> CHI SONO

_DSC9338.jpg

Corrado, si appassiona alla fotografia poco più che ventenne. Incontra per la prima volta la fotografia nel rapporto con il fratello, che scatta dagli anni 80 con una Yashica a pellicola; si instaura un'intensa relazione con il mondo dell’immagine e la sua riproduzione per la quale Corrado eredita l’interesse. Qualche anno dopo la sua passione sgorga fuori come un fiume in piena grazie al consiglio di un amico regista cinematografico che lo invita a scattare con una reflex digitale da lui stesso regalata; segue poi, un intenso lavoro fatto su se stesso e sulle proprie emozioni che lo spingono a sperimentare e condividere i suoi punti di vista nell’arte della fotografia: “Ritratti”, “Architetture antiche e moderne”, “paesaggi sociali”, “still life” e quelli che definisce “dettagli”, sono gli ambiti in cui sono ambientati i suoi scatti. Affascinato dai colori, si spinge, però, spesso verso una fotografia saturata o in bianco e nero esclusivamente quando sono soddisfatti i rigidi criteri che egli stesso si da per l’utilizzo di queste tecniche. Studia quindi, da autodidatta, osservando le opere e le tecniche di artisti come Henry Cartier-Bresson, Steve McCurry, Helmut Newton, Sebastião Salgado e visitando le mostre di tutti i maggiori fotografi che espongono nei musei di tutte le città che visita in Italia e nel mondo. Nel corso degli anni ha acquisito la capacità di confrontarsi con le diverse realtà coinvolte nel sistema dell'arte contemporanea e di operare nella progettazione e realizzazione di mostre d'arte ed eventi culturali con artisti italiani occupandosi della comunicazione, dell'allestimento di mostre e della creazione di libri fotografici.